20/04/09

Primo centro oncologico veterinario per animali


Nascerà a Sasso Marconi il primo centro oncologico veterinario italiano.

È fissata per l’8 maggio l’inaugurazione della struttura che avrà come obiettivo fornire un servizio secondo la medicina veterinaria nazionale e del Sud Europa, anche grazie a una collaborazione continua con specialisti di varie università.

La struttura è in grado di ospitare gli animali che devono rimanere ricoverati per il trattamento terapeutico, assicurando la presenza costante di un medico veterinario. Gli animali ospitati possono inoltre usufruire di uno spazio privato esterno.

Il centro si sviluppa su una superficie di 500 metri quadri, di cui 150 occupati dal bunker dove si effettuano i trattamenti. Al piano superiore trovano posto le sale visita, le sale ricovero separate per la degenza di cani e gatti, le sale per le medicazioni, un laboratorio, una sala conferenze e naturalmente una sala d’attesa per il ricevimento dei proprietari munita di tutti i servizi.

La tecnologia, adottata per la radioterapia a fasci esterni, prevede l’utilizzo di un acceleratore lineare che permette attraverso l’emissione di fasci collimati di fotoni o di elettroni di somministrare la dose di trattamento al tumore con una energia variabile a seconda della profondità e dell’istotipo della neoplasia.

L’obiettivo del trattamento terapeutico, reso possibile dalla precisione degli acceleratori lineari, ben più elevata delle tecniche di trattamento con cobaltoterapia ormai in disuso, promette di distruggere i tessuti malati preservando al massimo i tessuti e gli organi sani confinanti.

Il piano di trattamento si articola su più sedute di terapia, condotte ogni giorno per una durata che dipende dal tipo di neoplasia. La singola seduta è generalmente breve, nell’ordine di pochi minuti, e del tutto indolore per l’animale che viene sottoposto ad anestesia per garantire il corretto posizionamento.

Lo stesso animale, nella maggioranza dei trattamenti, può ritornare nel suo ambiente familiare al termine della singola seduta.
Posta un commento