02/05/10

Asl condannata a risarcire i danni per l’aggressione di un randagio

E' successo a Brindisi, lo scorso 7 gennaio, data della sentenza depositata dal Giudice di Pace Govanni Quaranta, il quale ha disposto il pagamento da parte dell'Azienda Sanitaria Locale della cifra di 1.018 euro a titolo di risarcimento ad una giovane donna morsa al piede sinistro da un cane randagio mentre percorreva la via Appia a Torre Canne sul suo ciclomotore.

Come spesso succede in questi casi le responsabilità vengono rimpallate da un ente all’altro, citata in giudizio, l’Asl infatti ha chiamato in causa il Comune di Fasano, specificando che l’amministrazione comunale avrebbe dovuto vigilare sul territorio e segnalare all'Asl la presenza di randagi. Il giudice però non ha potuto far altro che constatare che secondo la legge regionale pugliese la responsabilità dei randagi è affidata esclusivamente all’Asl territoriale competente.

L’Asl è stata condannata anche a rimborsare le spese processuali sia alla danneggiata nella misura di 1.590 euro, sia al Comune di Fasano nella misura di 1.300 euro.



Posta un commento