31/07/12

Si aprono i cancelli di Green Hill ... libertà per i beagle !




27 luglio 2012 - Nel video Vegan, il primo cane uscito dall'allevamento Green Hill dato in affido a Giuliano, attivista del Coordinamento Fermare Green Hill. Questa cagnolina è una fattrice, ed è gravida, per noi è il simbolo di quegli individui prigionieri degli allevamenti e considerati "macchine da produzione di cuccioli" per i vivisettori. Da oggi avrà un nome, una famiglia, degli amici, ha visto il sole e toccato l'erba... da oggi le spetta la vera vita, in libertà!
Da oggi si chiamerà "vegan", per simboleggiare la prima importante scelta da fare per non essere partecipi dello sfruttamento degli animali.Un enorme grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo momento, a chi ci ha creduto, a chi ha lottato per anni per la chiusura di Green Hill!
La lotta non è finita.



Con la liberazione di Vegan, il 27 luglio, intorno alle 10, è avvenuta la prima consegna ai nuovi affidatari dei beagle di Green Hill, l’allevamento di Montichiari, sotto sequestro probatorio dallo scorso 18 luglio.
I cani sono usciti scortati dall’allevamento e a Brescia sono stati consegnati a chi ne ha fatto richiesta ed è stato giudicato idoneo da Lav e Legambiente. I primi 200 cani troveranno così una nuova casa e una nuova vita. Le consegne avverranno nella sede del coordinamento provinciale del Corpo forestale dello Stato di Brescia. Saranno gli stessi agenti a fare la spola tra la sede di via Donatello, in città, e l’allevamento.
“L’affidatario si impegna a custodire, mantenere e curare l’animale con la diligenza del buon padre di famiglia”, si legge nell’accordo di affido provvisorio che ciascun affidatario dovrà sottoscrivere, “si obbliga a garantire al cane ottimali condizioni di vita e di salute, secondo le caratteristiche etologiche proprie della specie, impegnandosi a detenerlo nel miglior modo possibile, garantendogli ogni cura ed assistenza necessaria”.
E l’affido, specifica poi l’accordo tra gli affidatari da un lato e Lav e Legambiente dall’altro, potrà interrompersi in caso di dissequestro dei cani.



La consegna dei cani alle loro nuove famiglie affidatarie continuerà anche sabato.
Intanto, la Fondazione Brigitte Bardot ha donato 10.000 euro per i 2.500 cani sequestrati alla società. ”Questi 10.000 euro serviranno per l’affidamento di questi cani in famiglie d’accoglienza e per le cure veterinarie”, ha detto Christophe Marie, portavoce della fondazione Brigitte Bardot.

ISTRUZIONI PER L'AFFIDO DEI CANI DI GREEN HILL
(tratte dalla pagina FB "Comitato Montichiari contro Green Hill")
Se vuoi dare casa ad uno o più cani scarica il modulo di richiesta affido dei beagle cliccando l'indirizzo che vedi qui: http://www.fermaregreenhill.net/wp/in-affido-i-cani-di-green-hill#more-...2524, compilalo e spediscilo a:
adozionicontrogreenhill@gmail.com
Oppure, se preferisci, collegati a questo link:
http://www.lav.it/index.php?id=1955

La campagna contro Green Hill è stata lanciata dal Coordinamento Fermare Green Hill nella primavera del lontano 2010. Già con la prima manifestazione (24.04.2010) i ragazzi del Coordinamento riuscirono a portare a Montichiari quasi 3000 persone. Nessuno gruppo o associazione animalista aveva mai fatto cortei o presidi prima di allora né a Montichari né altrove per denunciare la presenza del lager di via San Zeno. Il Coordinamento ha dato vita ad una campagna senza precedenti: un susseguirsi di iniziative, cortei, presidi in diverse città, davanti alla Sede della Regione, delle ASL di Milano e Brescia, dei "complici" di Green Hill... non sono mancati gesti importanti che hanno aperto gli occhi su questa triste realtà, come quando gli attivisti del Coordinamento riuscirono a salire su tetto dell'azienda...ottobre 2011.
Un crescendo di consapevolezza e di partecipazione alla lotta da parte di migliaia di persone che è poi sfociato, il 28 aprile scorso, nella liberazione di alcune decine di beagle. Le immagini dei cagnetti che passano oltre il filo spinato, tra mani amorevoli, ha fatto il giro, non d'Italia, ma del Mondo intero!

Durante il secondo corteo nazionale, organizzato sempre dal Coordinamento fermare Green Hill, il 22.05.2010, è nato il Comitato Montichiari contro Green Hill, formato da persone del posto che hanno voluto "fare qualcosa". Ci siamo concentrati su pochi obiettivi, ma abbiamo perseverato con costanza e determinazione. Banchetti per sensibilizzare le persone sul tema della vivisezione, conferenze scientifiche e la raccolta firme per chiedere la chiusura di Green Hill. Quando abbiamo iniziato la raccolta, pensavamo di raggiungere almeno 2500 firme, simbolicamente tante quante sono i cani prigionieri del lager, invece abbiamo superato, con l'aiuto di tantissimi amici, l'incredibile quota di 229.000!
Ora i beagle avranno un futuro! Il "sogno nel sogno" si sta realizzando (chiusura di Green Hill e salvezza dei cani da un destino di sofferenza e morte). La fase di affido sarà delicata, ne siamo consapevoli, ma con serietà e forza di volontà si può raggiungere qualsiasi obiettivo!

Alcune importanti raccomandazioni per chi vuole adottare un beagle di Green Hill:
- sappiate che sarà un impegno importante. Sono animali che hanno sofferto e hanno bisogno di attenzioni speciali.
- non ci sono solo cuccioli, ma anche adulti altrettanto bisognosi di essere adottati e amati (tra cui molte fattrici).
-riflettete bene prima di decidere. Gli animali (e questo vale per tutti, ovviamente) non sono giocattoli. Sono esseri viventi.

Alla faccia di chi ci diceva "non ce la farete mai". Un mondo migliore è possibile. Basta volerlo!
Grazie a tutti e a tutte!

N.B. qualche piccolo consiglio e delucidazione per evitare il "panico da affido-beagle di Green hill":
- leggendo i commenti sulla nostra pagina FB, avete giustamente osservato che non è un'adozione ma un affido temporaneo. Ma scusate, è NORMALE che sia così, visto che gli animali sono sotto sequestro.
- I nuovi custodi (ossia LAV e Lega ambiente) con l'aiuto di molte associazioni e gruppi stanno per ora raccogliendo le possibili candidature di chi vorrebbe un cane dell'allevamento.
- i primi affidi inizieranno domani 27 luglio; i cani non verranno dati a chi capita. Ci sarà un minimo di scrematura per garantire che l'animale venga affidato a persone consapevoli di ciò che stanno facendo.
- il form da compilare è unico, ma lo trovate già su vari siti: inutile compilarlo più volte. Accertatevi solo che il sito su cui lo trovate/compilate faccia parte di un gruppo o associazione che si sta impegnando nell'emergenza Green Hill e non si tratti di qualcuno che vuole fare il furbo....nessun altro è legittimato a dare i cani di Green Hill e non esistono "corsie preferenziali" o scorciatoie.
- prima di compilare il form, leggetevi magari il testo del contratto di affido.
- sappiamo che il cucciolo piace a tutti, ma ci sono anche adulti e fattrici da salvare.
- chi prenderà un cane di GH deve essere consapevole che non si tratta di un trofeo da esibire, ma di un essere vivente di cui prendersi cura. Crediamo che ci siano tante persone con i requisiti giusti, quindi diamoci da fare tutti insieme per svuotare al più presto l'inferno di Green Hill.
Grazie e scusate se qualche consiglio è scontato...ma meglio essere chiari, alla sorte dei prigionieri di GH ci teniamo tantissimo.

1 commento:

nella ha detto...

Che lotta è stata questa, ma finalmente la riuscita è arrivata. Ora si tratta di normalizzare questi poveri animali, brutalizzati come sempre dall'essere"umano"!