13/05/13

Animali da compagnia: come abituare il cane a restare da solo

Insegnare a un cucciolo a restare solo è spesso un'impresa assai delicata. In vostra assenza l'animale fa danni, rovina i mobili, abbaia incessantemente? Scoprite con noi trucchi e consigli semplici ma utilissimi per insegnare al vostro amico a quattro zampe a restare da solo.


Animali da compagnia: come abituare il cane a restare da soloNon appena fa il suo ingresso in casa vostra, il nuovo cucciolo deve assolutamente imparare subito a restare buono da solo, sia di giorno che di notte. Contrariamente a quanto si potrebbe credere, infatti, con il tempo le buone abitudini sono sempre più difficili da inculcare all'animale.

Già a partire dai due mesi di età, la mamma insegna ai propri cuccioli la socializzazione ed inizia il processo di distacco. Per questo è raccomandabile non separare il cagnolino dalla madre fino a che non abbia compiuto tre mesi, così da lasciare a quest'ultima il tempo di educare il cucciolo e insegnargli ad essere indipendente.

Quando arriva in una nuova casa, un cucciolo si attacca sempre in modo particolare ad un membro della famiglia, al quale sarà più legato che agli altri. Se la persona "prescelta" non prosegue con il cucciolo l'allenamento al "distacco" che aveva iniziato la madre, l'animale rischia di sviluppare un attaccamento eccessivo, che provocherà ansia e comportamenti fastidiosi quando si trova da solo. Non rispondete quindi a tutte le richieste del vostro cucciolo in modo istantaneo, ma fatelo sempre attendere qualche minuto. È importante, in seguito, chiamarlo per fargli una coccola, una carezza o semplicemente per giocare con lui.

Istintivamente, si tende a "salutare" il nostro cane quando ci si deve allontanare, coccolandolo un po' prima di andare via. Così facendo, tuttavia, si provoca nell'animale un senso di abbandono: il cane non capirà il perché della brutale interruzione delle coccole, si dispererà e manifesterà segni di ansia. Ecco perché il comportamento giusto consiste nel non occuparsi più del cane durante la mezz'ora che precede il momento di andare via. Allo stesso modo, quando rientrate, dovreste rifiutare che vi faccia le feste, e mandarlo nella sua cesta per una mezz'ora. Soltanto dopo andate a prenderlo per occuparvi di lui.

Una regola d'oro: al vostro ritorno, inutile rimproverare il cane per eventuali guai commessi in vostra assenza. Non capirà, sarà stressato, cercherà qualcuno per consolarlo... e avrà ancora più difficoltà a rimanere da solo! Non pulite mai, infine, i suoi bisogni davanti a lui.

Mettendo in pratica questi pochi, semplici consigli, abituerete il vostro animale a restare solo senza troppe difficoltà.

 

(Fonte:  http://www.bonus.ch/ND/Animali-da-compagnia-come-abituare-il-cane-a-restare-da-solo-ID201305093FPP.aspx) 


Posta un commento