27 lug 2020

Denunciato titolare di un allevamento di suini




Nell'ambito di mirate attività a tutela del territorio e delle aree protette, un nuovo controllo posto in essere da militari dell'Arma dei Carabinieri ed in particolare del Comando Stazione di Borgo Carillia, unitamente a personale tecnico del Nucleo Guardie Ambientali Accademia Kronos - Sezione Provinciale di Salerno, ha consentito di accertare che un imprenditore titolare di un allevamento di suini, da tempo smaltiva illecitamente i reflui prodotti dagli animali (al momento dell'accertamento oltre 100 suini di varie fasce di età) direttamente e senza alcun trattamento depurativo nel torrente Alimenta, affluente del fiume Sele (Riserva Foce Seele Tanagro e Monti Eremita). 
Il controllo, grazie all'ausilio di appositi coloranti (fluoresceina) in dotazione al personale tecnico intervenuto in qualità di ausiliari di PG, consentiva di accertare che attraverso una fitta rete di tombini e tubazioni interrate i reflui dopo aver attraversato alcune vasche venivano da tempo illecitamente smaltiti nel torrente Alimenta a diverse centinaia di metri di distanza con conseguente grave danno ambientale dell'area protetta. Nel prosieguo delle operazionii militari oltre al sequestro della rete di pozzetti, tubazioni e vasche, procedevano anche al sequetro di uno scavo non impermeabilizzato, realizzato per smaltire illecitamente le deiezioni solide. 
Durante i controlli veniva altrresì richiesto un accertamento in loco da parte di personale dell'ASL competente per territorio al fine di accertare se le modalità di allevameto e detenzione deghli animali fossero in linea con quanto previsto dalle vigenti normative uin materia di benessere degli animali. Al termine delle operazioni l'imprenditore veniva denunciato all'Autorità Giudiziaria a piede libero per numerose vilazioni alla vigente normativa ambientale. 
Si ringrazia l'Arma dei Carabinieri per la fattiva attività a tutela del territorio e tutti i cittadini che anche in forma riservata segnalano situazioni di degrado del terrotorio.













Nessun commento:

Posta un commento