12/05/15

VADEMECUM PER VACANZE A 4 ZAMPE




Se questa è la tua prima vacanza a 4 zampe, credimi, sarà indimenticabile! Anche quest'anno, molte strutture alberghiere hanno aperto le porte ai nostri amici animali e molte spiagge mettono a loro disposizione anche le dog-sitter, basta farsi un giro sul web magari a questo link http://www.vacanzeanimali.it/bk-g-alberghi.html?gclid=CKLVqMve88YCFSvItAoddOwCig
 per consultare i tanti siti e valutare le singole offerte.
Cosa devo fare prima della partenza?
  • Visita accurata, controllo dello stato generale di salute e delle vaccinazioni.
  • Richiesta del passaporto europeo nelle regioni dove è già attivo o certificato di esportazione nelle altre, per i cani che vanno all'estero
  • Reperire il numero del veterinario più vicino al luogo di villeggiatura o il numero di una clinica 24h, oltre al numero di telefono del veterinario di fiducia.
Cosa devo includere nel kit di Pronto soccorso?

Anche se molti rimedi da inserire nel kit sono comuni con la valigetta di pronto soccorso per umani, sarebbe meglio portare a parte il necessario per l’animale.
La cassetta standard del pronto soccorso veterinario, sia da casa che da viaggio, dovrebbe contenere i seguenti articoli:
  • Rotoli di cerotto adesivo: da 2,5 cm. di larghezza e da 5 cm. di larghezza.
  • Rotoli di garze: da 5 cm. e da 10cm.
  • Compresse di garza sterile.
  • Protezioni sterili traspiranti per ferite da 5/7 cm.
  • Piccole forbici a punta arrotondata per tagliare le garze e il pelo sulle ferite.
  • Bottiglietta in plastica di perossido d'idrogeno al 3% (acqua ossigenata)
  • Soluzione disinfettante Betadine, per pulire le ferite.
  • Pomata all'idrocortisone per lenire le irritazioni cutanee.
  • Pomata antibiotica per curare le ferite infette.
  • Bottiglietta di acqua sterile per pulire gli occhi.
  • Antistaminico in capsule per alleviare pruriti, allergie, e punture d'insetti (solo se prescritto dal veterinario).
  • Confezioni di ghiaccio istantaneo (2).
  • Siringhe con ago sterili da 5 cl. (2)
  • Termometro rettale
  • Guanti in lattice.
  • Pinzette per rimuovere corpi estranei e sporcizia dalle ferite.
  • Museruola rapida per proteggervi dai morsi.
  • Coperta termica per tenere al caldo l'animale durante il trasporto.
  • Detergente auricolare
  • Soluzione fisiologica per la pulizia degli occhi. - Prodotti per pulci e zecche
  • Fermenti lattici per diarrea
  • olio di vaselina (paraffina liquida) da somministrare per bocca in caso di stipsi


Cosa faccio durante il viaggio?

Portare il libretto sanitario dell’animale, alcuni giochi, il necessario per l’igiene (la paletta e i sacchettini igienici per i cani, la lettiera con la sabbia per i gatti), le sue ciotole e il cibo, eventuali farmaci per il mal d’auto o il mal di mare e quelli suggeriti dal veterinario;
- non lasciare l’animale ore al sole, ad esempio in automobile;
- specialmente se si ha un cane, fare molte soste, per dargli da bere, da mangiare, consentirgli di fare i bisogni. Molte aree di sosta in autostrada si sono dotate o si stanno dotando di piazzole per i cani;
- in aereo: se viaggia in cabina, evitare che arrechi disturbo agli altri passeggeri e non fargli mancare cibo e acqua; se viaggia in stiva, provvedere all’acquisto di una gabbia adeguata e, qualche giorno prima della partenza, abituarlo a viverla il minor disagio possibile. In caso di scalo non trascurare una “visita” di conforto;
- in nave/traghetto: evitare che sporchi e non fargli mai mancare cibo e acqua; in stiva canile/gattile, andare spesso a trovarlo per rassicurarlo e cercare di ridurre al minimo il disagio legato alla permanenza nel box.

Quanto costa viaggiare con l’animale domestico?

In auto ovviamente nulla, occupa solo un posto sul sedile posteriore.
In treno viaggiano gratuitamente i cani di piccola taglia, i gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia (custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50) in prima e in seconda classe. I cani di media e grossa taglia, invece, pagano un biglietto che costa la metà di quello del padrone e devono essere muniti di guinzaglio e museruola. Se si viaggia in cuccetta o vagone letto è richiesto l’acquisto dell’intero compartimento.
Sugli aerei dipende dal peso e dalla compagnia (su Alitalia ad esempio un cane di media taglia che pesa da 10 a 32 kg viaggia in stiva e paga un biglietto che varia da 50 a 150 euro. Il suggerimento è quello di controllare sul sito internet della compagnia aerea di riferimento, specie se si tratta di un low cost.
Sui traghetti dipende dalla compagnia e in quasi tutti i casi è richiesto il certificato delle vaccinazioni. Sulle linee Moby ad esempio si paga un biglietto (da 4 a 15 euro) e ci vuole un certificato con le vaccinazioni dell’animale, sulle navi Tirrenia c’è il canile a bordo e sulle Grandi Navi Veloci ci sono invece aree dedicate, con fontanelle, zona per la passeggiata, in alcuni casi veterinario a bordo e la possibilità di acquistare direttamente sulla nave cibo per il nostro amico a quattro zampe.
Sulle navi da crociera non è possibile portare animali domestici.

Dove vado per il passaporto di Fido?

Per i viaggi all’estero è necessario dotare l’animale di un passaporto, che deve essere rilasciato dai Centri di Sanità Pubblica Veterinaria. Le vaccinazioni richieste sono diverse a seconda delle zone di espatyrio, ad esempio per i Paesi UE (esclusi Gran Bretagna, Irlanda e Svezia che richiedono ulteriori garanzie sanitarie, ma in ) il passaporto è valido se nell’apposito spazio è certificata annualmente (o da almeno 21 giorni, in caso di prima vaccinazione) l’esecuzione della vaccinazione antirabbica. E’ bene sempre chiedere al proprio veterinario. Il costo del passaporto è di 11,57 euro per Paesi UE salvo Gran Bretagna, Irlanda, Svezia e Malta e 17,35 euro per Paesi non equiparati alla UE. Per il rilascio è necessario che il cane sia dotato di tatuaggio identificativo o microchip (che sarà controllato direttamente al CSPV). Inoltre è necessario presentare il certificato di iscrizione all’anagrafe canina.  


Pronto soccorso in caso di punture di insetto 
Innanzi tutto bisogna mantenere la calma, come ci suggerisce Edgar Meyer, presidente di Gaia animali & ambiente. Se la puntura è di vespa, ape o calabrone bisogna sciacquare la zona colpita con impacchi di ghiaccio e applicare una pomata a base di cortisone. Se il gonfiore aumenta e coinvolge naso o gola bisogna correre comunque dal veterinario. In caso di ferite bloccare l’emorragia premendo con un panno per alcuni minuti, tagliare il pelo e disinfettare dopo aver lavato la parte con acqua e sapone. Se il morso è di vipera, è necessario portare subito l’animale dal veterinario più vicino.

Pronto soccorso in caso di colpo di calore
Ci accorgiamo del colpo di calore nel cane perché l’animale inizia ad ansimare velocemente come risposta compensatoria all’aumento della temperatura ambientale, la frequenza cardiaca aumenta notevolmente e le mucose orali diventano di colore rosso vivo. Per abbassare la temperatura corporea è necessario bagnarlo con acqua fresca oppure avvolgerlo in asciugamani imbevuti di acqua fredda ma non troppo e porlo in un ambiente ben areato. In ogni caso è bene portare subito il cane dal veterinario più vicino.



BUONE VACANZE


Nessun commento: